VOLKSWAGEN: OTTAVA DEL SUO NOME

Volkswagen: ottava del suo nome

Morbida transizione stilistica per la nuova Golf, ma una rivoluzione tecnologica sotto il suo vestito.

È sempre estremamente difficile rinnovare una ricetta di successo. Inoltre, quando si chiama Volkswagen Golf, ha venduto oltre 35 milioni di copie in 45 anni di carriera e sette generazioni. Esperta nell’esercizio, la Volkswagen dimostra ancora una volta la sua padronanza.

Conservatrice e rigorosa

In termini di stile, la VW privilegia l’evoluzione rispetto alla rivoluzione. Il Golf rimane fedele alle proporzioni che gli consentono di essere riconosciuto a prima vista. Se la cappa si allunga leggermente, le dimensioni rimangono nella norma con una lunghezza totale di 4,38 m, una larghezza di 1,79 me un’altezza di 1,46 m.

Segmenti più alti

È soprattutto all’interno che il Golf 8 segna gli spiriti, equipaggiandosi alla maniera del segmento superiore. La stazione operatore e l’interfaccia di controllo sono completamente digitali, riducendo il numero di interruttori. La connettività è al centro dell’attenzione con il sistema standard “We Connect”, che fornisce servizi di streaming e altre funzioni a bordo del veicolo. Lo smartphone può persino fungere da chiave e l’aggiornamento del software del veicolo verrà eseguito in remoto.

Per quanto riguarda l’assistenza alla guida, la VW equipaggia la sua Golf 8 con l’interfaccia Car2X che avverte di pericolo o condizioni del traffico attraverso l’uso di informazioni provenienti da infrastrutture stradali e altri veicoli nelle vicinanze. Un primo in questo segmento!

Cinque versioni ibride

Se il futuro dell’automobile potrebbe essere elettrico, la Golf ignorerà un motore a batteria, solo per evitare di invadere i letti ID3. Al suo lancio commerciale la prossima primavera, l’icona Wolfsburg offrirà motori a benzina, diesel, metano (metano), ibridi e ibridi plug-in.

Al livello base, saranno offerti due cilindri a benzina 4 cilindri TSI da 90 e 110 CV, oltre a due diesel TDI da 115 e 150 CV e un TGI a gas naturale da 130 CV. I TDI introducono una tecnologia a doppio catalizzatore a riduzione selettiva che riduce le emissioni di Nox dell’80%. Viene annunciata una riduzione dei consumi, grazie in particolare a un nuovo cambio manuale a 6 marce. Sarà ovviamente disponibile anche la versione DSG con doppia frizione e 7 rapporti.

L’elettrificazione della Golf 8 ruota da un lato attorno a tre motori ibridi lievi eTSI con un sistema di recupero energetico e batteria da 48 V per potenze di 110, 130 e 150 CV. Inoltre, saranno offerti due ibridi ricaricabili con batteria da 13 kWh con potenze di 204 e 245 CV e un’autonomia elettrica di circa 60 km.

 

La nuova Golf 8 debutterà sul mercato a dicembre 2019. I modelli sportivi GTI, GTD e R e la trazione integrale (4Motion) saranno commercializzati in una seconda fase.

Lascia un commento